biglietto lasciato prima di nonpartire

The Publisher was here

L’editore va a New York. Forse.

Rispetto alla traversata di Philip Petit del ’74 devo riconoscere che le incognite sono indubbiamente aumentate.
Lui aveva potuto contare su: un filo, le torri gemelle e lo skyline di Nouva York come spazio di pubblicazione.

Per quanto mi riguarda, invece:

sono un editore funambolico wireless e dunque il filo è morto
le Torri Gemelle sono morte
e anche lo skyline di Nuova York non si sente tanto bene.

Ma abbiamo pleens e il ricordo di una poesia di Giorgio Caproni (opportunamente modificata da me):

se non dovessi partire

sappiate che non sono mai tornato

il mio restare

è stato tutto un viaggiare qui

dove nonfui mai

 

in fondo, il grande vantaggio di un viaggio al centro dell’immaginario dell’Occidente è che finisci per andarci anche quando non parti.

Per tutto il resto c’è Paul Celan

Annunci

Un pensiero su “biglietto lasciato prima di nonpartire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...