Parla con lei

Cos’ha in comune il “tuo nome tuo cognome” di oggi col  “tuo nome tuo cognome” del 1998?
Sei ancora tu? Quel tuo nome tuo cognome è sparito? O forse ne è rimasto un pezzetto dentro di te? Sei ancora lui?
Dove finiscono le nostre parole dopo che le abbiamo pronunciate? La neve affiocca? Sono davvero tutte le donne, tutti gli uomini che ho amato? L’amore ha il tuo nome? C’è una speranza, anche minima, che io possa restare dentro di te? Ci siamo mai ascoltati? La scrittura è una promessa di futuro?
Nasce oggi, qui, adesso, Parla con Lei, parole scrittura sogni sintonie aquiloni tesi in cielo per sottrarsi alla morte. Abbiamo pagine chiare e pagine scure perché qualcosa rimanga?
Abbiamo solo due possibilità per durare. Chiuderci in noi stessi, lottare fieramente, blindarci per non morire o per farlo il più tardi e il meglio possibile (questa cosa si chiama istinto di sopravvivenza e lo facciamo nel 99,9% dei casi, essendo inscritto nella nostra corteccia cerebrale). Darsi agli altri, profondersi, uscire fuori, lasciar traccia, amare ed essere per essere ricordati

(questa cosa è rarissima e si chiama “io sono te”)

Help yourself

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...