La pratica di Olga Beneceneinkolga

Se il mondo dovesse fermarsi all’improvviso e tutto finisse sottosopra

Se toccassimo di nuovo le sacre sponde e il naufragare si tingesse di amaro

Se trovassimo infine la formula dell’universo e tutto quanto,

se abdicassimo felici a un rizoma frattale

Se d’un tratto non vivessimo strani giorni e la Pallavicini rimontasse imperterrita a cavallo

Se tu, Padre, non ti rivelassi il mio padre

E i nostri meriggi fossero svagati e abbronzati,

l’upupa un uccello tristanzuolo e ci spegnessimo nel meschino

Se il viaggio ci annoiasse a morte e tutto fosse nella meta

Se non volessimo e non le chiamassimo più emozioni

Se non fossi innamorato di te perché indaffaratissimo e strada facendo non vedessimo un belino

Se il terzo occhio fosse un orzaiolo e io non avrò cura di te

Se ci fossero un sacco di cose da capire e tenessi cucite per me le tue labbra

Se l’inverno portasse una felicità improvvisa e alzassimo le serrande del Mocambo

Se il cielo fosse sempre meno blu e tu fossi una Signora, una con niente stelle nella vita

Se nessuno (dico: NESSUNO) venisse a chiederti del nostro amore

Se fosse una pessima giornata e col cazzo che voglio andare al mare

E tutti e mille ce la facessimo senza problema alcuno e acqua torbida acqua scura

Se volessimo una periferia lievitante evanescente e partendo dimenticassimo di lasciare un biglietto

Se la mancanza di immaginazione andasse al potere e l’utero fosse degli altri e lo gestissero serenamente.

Se l’agnello sbranasse il lupo con buona pace della nonna di Cappuccetto 

E le città fossero visibilissime con nomi tipo Peppa, Gianna, Pina.

Se i robot prendessero il controllo per sempre e ci trattassero da utili idioti.

Se vivessimo in una simulazione matematica e ci fosse un grande dittatore terribile e infingardo, un calcolatore tiranno che facesse il bello e il cattivo tempo.

Insomma se questa Regina cattiva del mondo avesse pieni poteri

Vorrei solo avesse la grazia, l’intelligenza, l’eleganza 

e la mente e il cuore e la voce di Nicoletta Cinotti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...